Everything you need to know about illegal refrigerants

Claus-Dieter Penno

11 Feb 2021

Claus-Dieter Penno

Claus-Dieter Penno rappresenta, dal 2017, il commercio, l'industria e la formazione nei settori della refrigerazione, della climatizzazione e delle pompe di calore. Prima della sua nomina a presidente della ZVKKW, ha lavorato per decenni come ingegnere nel commercio e nella distribuzione di refrigeranti. "La nostra associazione e le sue aziende sostengono pienamente il regolamento sui gas fluorurati e il suo obiettivo di tutela dell'ambiente. Dall'introduzione del regolamento nel 2015, le aziende associate si sono sforzate di utilizzare i refrigeranti in modo più efficiente per evitare un potenziale problema di approvvigionamento."

Lavorare con i refrigeranti può essere estremamente difficile per il settore, tanto che alcune aziende rischiano di fallire nel medio termine. Nello svolgimento della loro attività devono essere allineate alle più recenti normative, mentre il mercato nero crea una pressione sleale sui prezzi. Secondo Penno, questo porta ripetutamente a relazioni difficili con alcuni clienti. Soprattutto le piccole aziende non saranno in grado di far fronte alla richiesta di ridurre i loro prezzi a medio termine per essere “competitive”.

Da un punto di vista tecnico, il mercato nero può anche danneggiare le attrezzature. Penno dichiara che molti gestori di impianti hanno scoperto che i refrigeranti che hanno comprato e riempito da soli non soddisfano le specifiche richieste, causando il malfunzionamento dell'impianto di refrigerazione. Le aziende che fanno parte della sua associazione vengono quindi chiamate, in un secondo momento, per estrarre il materiale impuro e sostituirlo con refrigeranti di provenienza legittima al fine di evitare danni maggiori.

A nome della ZVKKW, Penno è anche in contatto con altre associazioni nazionali in Europa e ha constatato che l'attuazione e l’applicazione del regolamento sui gas fluorurati nelle legislazioni dei singoli paesi differiscono tra loro. Tuttavia, le sfide per le piccole imprese in tutta Europa sono molto simili. Oltre a pene più severe per coloro che introducono illegalmente HFC, Penno auspica un maggiore ascolto del settore da parte dei policy maker europei.