Everything you need to know about illegal refrigerants

Maria

14 Jan 2021

Maria

Maria[1], gestisce un'azienda familiare che distribuisce HFC in Grecia, fondata oltre 60 anni fa. Negli ultimi anni, l'azienda ha subito un’importante perdita di introiti a causa del commercio illegale di HFC.

Messa fuori mercato, quasi tutti i clienti di Maria che hanno imprese di piccole dimensioni acquistano ora da fornitori illegittimi. Per di più, Maria è venuta a sapere che anche le aziende più grandi, utilizzatrici finali, lavorano inconsapevolmente con tecnici che usano refrigeranti illegali provenienti da bombole usa e getta. Maria stima che il commercio illegale di HFC in Grecia è così diffuso che tra il 60% e l'80% dell'intero mercato è costituito da prodotti di contrabbando.

Senza indugi, l'azienda ha scritto al governo greco a nome di una coalizione di aziende di refrigerazione per migliorare la consapevolezza e l'applicazione delle norme alle frontiere. Il contrabbando di HFC può essere difficile da individuare perché si svolge in diversi modi “creativi”; ad esempio nell’ambito del gruppo di imprese del quale fa parte Maria si è venuti a conoscenza di autobus che nascondono container nell'area bagagli, così come di camion refrigerati che trasportano container nascosti. Nonostante il regolamento UE sugli HFC sia in vigore dal 2015, le autorità greche applicano raramente sanzioni pecuniarie, per cui i contrabbandieri continuano la loro attività anche quando vengono scoperti. Le attività di questa rete criminale non si limitano al contrabbando di HFC, ma vista la mancanza di sanzioni questo commercio illegale è diventato particolarmente attraente. Il Ministero delle Finanze greco è consapevole di questo problema e sta attualmente lavorando per introdurre sanzioni più severe.

Oltre a ridurre le attività commerciali legittime, l'acquisto di bombole scambiate illegalmente rischia anche di fornire ai clienti un tipo di gas che non è quello richiesto. Maria ha sentito dire che molti contrabbandieri riempiono le bombole con qualsiasi prodotto abbiano a disposizione, causando danni alle unità di refrigerazione. I refrigeranti con un GWP più alto sono disponibili a prezzi più bassi sul mercato nero, il che ostacola la transizione verso nuove alternative più rispettose dell'ambiente.

La disponibilità di HFC illegali in Europa è così pervasiva da richiedere l'intervento a tutti i livelli della catena del valore. Il lavoro di Maria è un ottimo esempio di come le aziende si uniscano per incoraggiare l'azione del governo ed è fondamentale per aumentare la consapevolezza su questo problema e per sradicarlo.

[1] Il nome è stato cambiato